Cinema,  News

Bohemian Rhapsody: un viaggio nella vita di Freddie Mercury

Recensione di Lucia Frattarelli
★★★☆☆

 

Parliamo ed apriamo il sipario ad un Film decantato e controverso, in sala d’attesa da più di dieci anni e finalmente, dopo tante sostituzioni e titubanze, apparso al cinema sotto la sagoma elegante di Rami Malek, nei panni di Farrokh Bulsara, il Freddie che tutti noi conosciamo.

Bohemian Rhapsody si trasforma in una biografia percorrendo la vita di Farrokh, figlio e fratello, atleta e designer, musicista e cantante. Percorriamo insieme i passi di Freddie dal suo incontro con Brian May (chitarrista) e Roger Taylor (batterista), i suoi virtuosismi a cappella, la creazione della sua band e poi l’inevitabile ascesa verso il successo.
Tutto elegantemente accompagnato da battute sardoniche dal velato humor Britannico ed eccessi di Green screen.

 

Si parla di una leggenda, del grande Freddie Mercury, dell’uomo la cui musica non ha tempo. Poche parole dovrebbero essere dedicate alla critica cinematografica quando si tocca l’intoccabile, eppure con l’aiuto di Brian e Roger qualcosa è timidamente stato creato e la flebile versione ‘umana’ di Freddie ci viene mostrata a dosi di solitudine, tristezza e gloria. Un Freddie isolato, perso nella costante ricerca di sé e soffocato dalla sua stessa grandezza.

 

 

Ci sembra di vivere al suo fianco, di accompagnarlo sul palco e di battere i piedi a terra alle note di ‘We Will Rock You’. Siamo fragili con lui, orgogliosi con lui ed arroganti tanto quanto lo è lui, almeno per l’ora e mezza in cui ci troviamo in sala. Questa era la forza di Freddie, la capacità di far sentire grandi nel riflesso della sua grandezza, ed in modo timido Bohemian Rhapsody è riuscito a riprodurre la sua luce immortale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:



IL CAST:


REGIA:   Dexter Fletcher, Brian Singer                                            MONTAGGIO: John Ottman
SCENEGGIATURA: Anthony McCarten                                         MUSICHE: John Ottman
FOTOGRAFIA: Newton Thomas Sigel                                            PRODUZIONE: GK Films, New Regency Pictures,   Queen Films Ltd